Pjusk

Sval

12k1059

REVIEW: ROCKERILLA (IT)

Dopo il bellissimo Sart (2007, 12k) I norvegesi Jostein Dahl Gjlsvik e Rune Sagevik pubblicano il secondo album a nome Pjusk. Un nuovo tassello nel mosaico che Taylor Deupree sta costruendo con la sua 12k da quando si è messo in testa di riportare il calore dei suoni organici nell’evo digitale. Gjelsvik e Sagevik fanno quasi tutto da soli nell‘ora abbondante di durata del loro nuovo disco, facendosi aiutare da Strië (voce), Tor Anders Voldsundil (chitarre) e in un paio di occasioni anche da Erik Manshaus (flauto) ed Elisabeth Lahr (voci). Sval conferma quanto di buono si era scritto per il precedente album, ma non sposta di una virgola la posizione di perfetti sconosciuti dei Pjusk.
Pjusk
Sval